Lo scrittore dimenticato

Se vi chiedessero chi è il miglior scrittore del mondo cosa rispondereste?

Prendetevi pure tutto il tempo che vi serve: questa non è una domanda facile. Ci sono un sacco di nomi che si affollano nella mente di un lettore quando si sente rivolgere questa domanda e la scelta non è per nulla scontata. Ci sono tantissimi aspetti che influenzano la risposta (gusti personali, stile dell’autore scelto, numero di opere prodotte, numero di generi trattati, originalità, ecc…) e non è cosa da poco trovare un nome che sovrasti tutti gli altri.

E se ora vi dicessi che il più rivoluzionario scrittore di tutti i tempi non lo conosce nessuno mi credereste?

Eppure è così!

Diversi secoli addietro, ai tempi dell’antica Roma, è esistito uno scrittore così straordinariamente innovativo da risultare del tutto inadatto al suo periodo: il suo nome era Publio Cornelio Deriso.

Nell’immagine qui sotto vediamo uno dei pochissimi busti che raffigurano l’antico autore (attualmente conservato al Louvre)

publio cornelio deriso

Uno scrittore di quel livello avrebbe meritato premi e riconoscimenti a non finire. Purtroppo per lui, però, il nobel per la letteratura non esisteva ancora e i suoi contemporanei non riuscivano a capire la grandezza del lavoro che stava mettendo in atto che trascendeva secoli di storia tanto che le sue opere caddero ben presto nell’oblio.

Molti dei suoi scritti finirono sparsi per il mondo e solo diversi secoli dopo vennero casualmente riscoperti. I moderni scrittori che misero le mani sulle sue opere intuirono subito la grandezza del suo genio incompreso e decisero di barare pubblicando le sue opere a nome loro prendendosi la gloria.

Ecco una breve carrellata di alcune delle storie di Publio Deriso che hanno subito questo ignobile plagio. Riuscite a riconoscerle tutte?

-CREPUSCULUM

La protagonista di questa storia è una ragazza impacciata di nome Pulchra che è andata ad abitare in un villaggio chiamato Forchettae,arum e ha lì conosciuto il bellissimo Edoardus e la sua famiglia. Solo in un secondo momento, però, si accorge che il suo amato è in realtà… un vampiro!!!

Questo doveva essere il primo capitolo di una serie di quattro libri (o 5 film… ma ancora non era stato inventato il cinema) ma, visto lo scarso interesse dei suoi contemporanei, Publio Deriso decise di interrompere prematuramente la tetralogia…

Ci ha pensato la Meyer qualche anno fa a riprenderla e terminarla.

-VILLA ANIMALIUM

Cosa accade quando un gruppo di animali, capeggiati dai maiali, decidono di ribellarsi ai padroni umani e dichiarare indipendenza? E quando poi sono gli stessi maiali a prendere il potere? Omnia animalia aequalia sunt sed aliqui sunt magis quam alii aequales…Una graffiante parodia della rivoluzione comunista scritta prima della nascita del comunismo. Genio!

-DE ZEN ARTEQUE TUTELAE MOTOCICLETTAE

Questo romanzo “on the road” conteneva molte discussioni filosofiche e non era certo una lettura facile per cui Publio non si stupì troppo quando il pubblico della sua epoca lo bocciò. In realtà il vero motivo del poco apprezzamento non erano tanto i discorsi complicati quanto il fatto che nessuno avesse capito cosa fosse una motocicletta…

Solo diversi secoli dopo Pirsig ebbe l’ardire di riproporre la stampa di questa antica opera dato che ormai la motocicletta era stata inventata. Però così è troppo facile…

-SUPERBIA PRAECEPTIOQUE

Ambientata in Britannia, questa è la storia di una famiglia numerosa (i due genitori e le loro cinque figlie femmine) e del suo incontro con due nobili e ricchi consoli romani, giunti da poco nel loro villaggio. Una delle figlie si farà inizialmente una brutta opinione riguardo a uno dei nuovi arrivati a causa della sua aria altera ma alla fine dovrà ricredersi e l’amore trionferà.

Publio Deriso ha ricevuto solo critiche e insulti per questa sua opera mentre Jane Austen, che l’ha pubblicata a suo nome, ne ha tratto fama imperitura.

-SIDERALIS DUCTOR AUTOSTOPPISTORUM

Opera arditissima che narra dell’invasione di Roma da parte di una popolazione barbarica proveniente dallo spazio (!!!). L’Urbe e tutto il territorio dell’Impero vengono rasi al suolo in una manciata di secondi ma una bizzarra coppia di personaggi riesce a salvarsi e si ritrova a compiere uno strano viaggio intergalattico. Cosa accadrà loro? La risposta è XLII…

-PULLI COLUMBINI

Albertus è un giovane che ha un rapporto travagliato con il padre, un autoritario senatore che vorrebbe che il figlio seguisse le sue orme. Ma il ragazzo ha altri sogni in testa e spera di realizzarli. Benuà è un artista originario della Gallia ma la sua vita è stata stravolta da un tragico episodio: con la sua biga ha accidentalmente travolto e ucciso una bambina plebea e il rimorso lo tormenta. Chissà se la recente invasione di volatili che ha colpito la città di Lutetia influenzerà il destino di questi personaggi?

Ma questa storia non vi ricorda qualcosa?

-ANTE DIEM QUARTUM IDUS DECEMBRES

Questa era una raccolta di racconti brevi. Solo abbozzati, per la verità. A molti mancava addirittura il finale. Ma a Saunders è importato poco. Li ha presi così come erano e ci ha appiccicato il suo nome sopra. Tiè!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...